Pensioni Militari Esercito: qual è la pensione di un militare dell’Esercito Italiano?

Pensioni Militari Esercito

A quanto ammontano le pensioni militari Esercito? Scopriamo insieme qual è la pensione di un militare dell’Esercito Italiano e tutte le novità sui requisiti che i militari devono rispettare per andare in pensione

Un argomento particolarmente caro a molti nostri lettori è quello relativo alle pensioni militari Esercito. Tanti di voi, infatti, ci avete chiesto qual è la pensione di un militare dell’Esercito Italiano e quali sono i requisiti che i militari devono rispettare per andare in pensione. In questo articolo cercheremo di fare un po’ di chiarezza sull’argomento.

Pensioni Militari Esercito: quali sono i requisiti che i militari devono possedere per andare in pensione

Innanzitutto, la prima informazione utile circa le pensioni militari Esercito è quella relativa all’età pensionabile. Difatti, secondo quanto si può leggere sul sito dell’INPS, i lavoratori del comparto sicurezza, difesa e soccorso, ovvero il personale dell’Esercito Italiano, della Marina, dell’Aeronautica, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria, del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale dello Stato, possono accedere al pensionamento di vecchiaia con limiti di età inferiori rispetto al resto del personale dipendente dello Stato (cosiddetto personale civile), in relazione alla qualifica o grado. In poche parole, a questo comparto si applicano requisiti previdenziali differenti da quelli generali vigenti per i dipendenti statali. La motivazione di questa distinzione è da riferirsi alle specificità tipiche che vengono riconosciute al personale delle Forze Armate (Esercito, Marina Militare, Aeronautica Militare, Arma dei Carabinieri) e delle Forze d’Ordine e di Soccorso (Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Vigili del Fuoco), e al fatto che queste categorie di lavoratori statali non sono stati inseriti nella riforma delle pensioni del 2011, meglio conosciuta con il nome del Ministro che l’ha firmata, ovvero Riforma Fornero.

Per quanto riguarda i requisiti minimi delle pensioni militari Esercito: a differenza degli altri lavoratori statali, i lavoratori del comparto sicurezza maturano il diritto alla pensione di anzianità a 57 anni e tre mesi con 35 anni di anzianità contributiva, oppure – a prescindere dall’età anagrafica- con 40 anni e tre mesi di contributi. Invece, il personale delle Forze Armate e delle Forze dell’Ordine e di Soccorso che ha già raggiunto la massima anzianità contributiva prevista (aliquota massima di pensione pari all’80% della retribuzione pensionabile), può accedere alla pensione di anzianità all’età di 53 anni e tre mesi.

Pensioni Militari Esercito: requisiti pensione di vecchiaia e pensione di anzianità dei lavoratori del comparto sicurezza

Quali sono dunque nel dettaglio i requisiti richiesti per le pensioni militari Esercito? Innanzitutto c’è da dire che il calcolo dell’età pensionabile del personale delle Forze Armate e delle Forze dell’Ordine e di Soccorso, deve essere adeguato alle aspettative di vita e dipende dal differimento tra requisiti anagrafici e contributivi. Per quanto riguarda il requisito anagrafico richiesto ai militari per andare in pensione, questo varia in base alla qualifica e al grado che viene ricoperto, mentre il requisito contributivo è previsto in generale per tutti i lavoratori, ed è di 20 anni. Secondo quanto si legge sul sito dell’INPS, l’età minima per le pensioni militari di vecchiaia è di 60 anni e 7 mesi (partendo dal personale di Truppa delle Forze Armate e fino al Generale di Brigata). L’età pensionabile aumenta con l’aumentare del Grado militare ricoperto. Nella tabella sottostante potete trovare un prospetto che meglio chiarirà quanto detto sopra.

Per quanto riguarda, invece, le pensioni militari Esercito di anzianità, i requisiti da rispettare sono differenti e riguardano maggiormente il dato contributivo. Per ottenere la pensione militare di anzianità, infatti, è necessario:

  • il versamento di 40 anni e 7 mesi di contributi, indipendentemente dall’età anagrafica
  • il versamento di almeno 35 anni di contributi e compimento di almeno 57 anni e 7 mesi di età

C’è da aggiungere, inoltre, che i lavoratori del comparto sicurezza, difesa e soccorso che hanno raggiunto la soglia minima dei contributi, indipendentemente dall’età anagrafica, possono scontare una finestra mobile di 15 mesi e non di 12.

Per ricevere maggiori info, contattaci subito, un incaricato della Nissolino Corsi ti risponderà il prima possibile.

31 Commenti su Pensioni Militari Esercito: qual è la pensione di un militare dell’Esercito Italiano?

    • Siamo contenti di esserti stati utili. Speriamo di riuscire a pubblicare altre notizie che possano destare l’interesse tuo e di altri lettori.

      • Buongiorno, vi faccio i mei complimenti per il vostro ottimo. servizio, ma se posso permettermi di suggerire laddove sia possibile di spiegare meglio a me e sicuramente ad altri come me…a chi ci possiamo rivolgere, per quantificare la pensione del sistema misto (netto alla mano)e cosa succede .se un militare si vuole trattenere ..oltre il periodo maturato …quanto ci “Perde”???!!!! grazie della cortese risposta attendo magari un cenno ri risposta .sulla mia email personale .grazie ancora e complimenti per il servizo…

        • Salve Michele, stiamo cercando di testare il servizio online dell’INPS che permette di calcolare la pensione direttamente sul loro sito (chiaramente inserendo dei parametri personali nell’area privata). Non appena lo avremo testato, comunicheremo ai nostri lettori se lo strumento è adeguato anche per il personale militare. Al momento, quello che possiamo consigliarti è di recarti presso un ufficio territoriale dell’INPS per avere delle informazioni preliminari.

        • Sono Fabbri Loris appartengo alla tabella A 5 categoria pensione per infortunio.Dicono a distanza di anni che il calcolo e’ sbagliato potete calcolare il mio reale stipendio?

      • Buonasera,

        Mio padre è un sottufficiale 1 livello dell aeronautica militare in congedo nel 1997 con 20 anni di contributi.

        Sapete dirmi quando e se potrá andare in pensione?

        • Salve Aldo, tutte le informazioni in nostro possesso sono raccolte in questo articolo. Per maggiori e più dettagliate info, ti consigliamo di rivolgerti direttamente ad uno sportello dell’INPS che, senza dubbio, saprà rispondere ad ogni domanda relativa alla situazione contributiva di tuo padre.

  1. buongiorno il 1° settembre compio 60 anni e dovrei andare in ausiliaria ma non corrisponde con i dati riportati in tabelle in quanto dovrei andare 7 masi dopo e possibile avere piu’ info in merito
    grazie

    • Caro Giuseppe, nell’articolo non abbiamo trattato le pensioni ausiliarie perché ci siamo concentrati su quelle più comuni (dunque la tabella inserita nell’articolo fa riferimento solo alle pensioni di vecchiaia). Il nostro consiglio è quello di contattare l’INPS per avere maggiori informazioni specifiche per il tuo caso e, nel frattempo, ti invitiamo a leggere quanto riportato sul sito dell’INPS
      https://www.inps.it/portale/default.aspx?lastMenu=10738&iMenu=1&iNodo=10738&p1=2

    • …..e’stato molto utile e interessante mi fa’piacere che lo Stato e’vicino…..a chi lo ha servito.Nel 1968 son partito per il servizio Militare e finito sono andato in Germania dove tutt’ora ci vivo.L’Italia mi e’ mancata molto come i miei cari e la mia città’,Napoli con le sue bellezze.Desidero solo che i nostri politici siano un po’ più’…..duri e di farsi rispettare da questa Europa inutile e solo di prepotenti.Noi…l’Italia non’e’seconda a nessuno.Fa’bene Salvino.Un bacio all’Italia e al nostro Presidente.Ciao a tutti Italiani.Piero da Berlino.

  2. Salve io sono andato in ausiliaria il 31/12/16 e la mia prima pensione è stata di 2280€ con 43 anni servizio 11/79_12/16 con il grado di LGT E.I inclusi riscatti

    • Salve Emanuele, un’informazione del genere è molto delicata e non possiamo azzardarci a darti dei numeri e dei tempi. Per questo motivo ti consigliamo di rivolgerti direttamente all’INPS.

  3. Buongiorno, mi sono arruolato in A.M. il 10/10/1985 e oltre ad aver maturato i 5 anni di volo, che ho provveduto a riscattare, ho anche ricongiunto (L.29/79) 3 anni, 7 mesi, 12 giorni. Da un calcolo effettuato, in data 28/02/2017 dovrei maturare 40 anni di contributi cumulativi. Pertanto, secondo le normative vigenti, quando dovrei presentare domanda di pensione? E qual’è la prima data utile di uscita?

    • Buongiorno Paolo, un’informazione del genere è molto delicata e non possiamo azzardarci a darti dei numeri e dei tempi. Per questo motivo ti consigliamo di rivolgerti direttamente all’INPS.
      Nel frattempo, noi cercheremo di approfondire l’argomento nei nostri prossimi post, cercando di fare chiarezza per quanto ci sarà possibile.

  4. Buonasera,
    a complemento di questo articolo esaustivo e puntuale gradirei conoscere quando sarà possibile avvalersi della normativa sull’ausiliaria per il personale non dirigente a sette anni dall’età massima, secondo la legge pubblicata lo scorso giugno sulla Gazzetta ufficiale.

    • Buongiorno Edoardo, come detto anche ad altri lettori che hanno commentato il post, non possiamo azzardarci a darti dei numeri e dei tempi. Il nostro consiglio è sempre quello di rivolgersi direttamente all’INPS che, senza dubbio, saprà rispondere ad ogni tuo quesito.
      Nel frattempo, noi cercheremo di approfondire l’argomento nei nostri prossimi post, cercando di fare chiarezza per quanto ci sarà possibile.

  5. Complimenti e grazie per il servizio prestato.
    Desidero porvi la seguente domanda.
    Ho maturato i requisiti per la pensione l’8 dicembre 2015 (40 ANNI E 3 MESI).
    Non è mia intenzione fare la domanda nell’ausiliaria tramite lo scivolo. A che età posso andare in ausiliaria per limiti di età?
    Dovrebbe essere al compimento dei 60 ANNI (10/10/2019), è corretto?
    Grazie

    • Buongiorno Salvatore, come detto anche ad altri lettori che hanno commentato il post, non possiamo azzardarci a darti dei numeri e dei tempi. Il nostro consiglio è sempre quello di rivolgersi direttamente all’INPS che, senza dubbio, saprà rispondere ad ogni tuo quesito.
      Nel frattempo, noi cercheremo di approfondire l’argomento nei nostri prossimi post, cercando di fare chiarezza per quanto ci sarà possibile.

  6. Buongiorno. Chi hanno raggiunto la soglia minima dei contributi, indipendentemente dall’età anagrafica,deve scontare la finestra mobile rimanendo in servizio, oppure può cominciare a godersi il meritato riposo seppur senza assegno?

    • Salve Giovanni, per queste informazioni più specifiche deve rivolgersi direttamente all’ufficio dell’INPS che, senza dubbio alcuno, saprà risponderle in maniera approfondita.

  7. Buongiorno, volevo fare una domanda. Senza entrare nel merito dei casi specifici, in generale dopo quanti anni si matura la pensione minima per i militari? Dopo quanti anni cioè ci si può congedare e avere diritto alla pensione?

    Grazie in anticipo

    • Salve Fabio, come detto anche ad altri lettori che hanno commentato il post, non possiamo azzardarci a darti dei numeri e dei tempi. Il nostro consiglio è sempre quello di rivolgersi direttamente all’INPS che, senza dubbio, saprà rispondere ad ogni tuo quesito.
      Nel frattempo, noi cercheremo di approfondire l’argomento nei nostri prossimi post, cercando di fare chiarezza per quanto ci sarà possibile

  8. Perchè io devo lavorare una vita ed avere una pensione ridicola mentre i militari devono lavorare meno anni (5 anni a tutti vengono riconosciuti in più) ed avere una pensione uguale allo stipendio ? nON ritenete questo un privilegio?

    cordiali saluti

  9. Buongiorno Ho iniziato a lavorare a 15 anni indicativamente quanti anni mi mancano alla pensione considerando che sono nato il 10 maggio 1978 e arruolato il 12 febbraio 1996…
    Grazie buona giornata

    • Salve Roberto, tutte le informazioni in nostro possesso circa i requisiti per andare in pensione sono contenute in questo articolo. Per avere maggiori informazioni, e per valutare meglio la tua situazione, ti consigliamo di contattare uno sportello INPS che meglio di noi saprà rispondere alle tue domande in merito ai tuoi requisiti.

  10. VORREI AVERE UNA RISPOSTA RIGURDANTE , SONO ANDATO IN PENSIONE A SETTEMPRE 2011 E SONO UN MARESCIALLO DEL E.I., QUANDO MI ARRIVA IL DECRETO DEFINITIVO DI PENSIONE, CHIEDO UNA RISPOSTA GRAZIE

    • Salve Angelo, tutte le informazioni in nostro possesso sono raccolte in questo articolo. Per maggiori e più dettagliate info, ti consigliamo di rivolgerti direttamente ad uno sportello dell’INPS che, senza dubbio, saprà rispondere ad ogni domanda relativa alla tua situazione contributiva.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.